Ho amato i cavalli da quando avevo dieci anni. Oggi sono ancora abbastanza fortunato da averli nella mia vita come mi occupo di, allenarli e competere. La mia parte preferita è prendersi cura di loro - Potrei fare il letame di bancarelle tutto il giorno! Sono stato anche un diabetico di tipo 1 da quando avevo 8 anni. Sono così grato di come la tecnologia sia arrivata così lontano nel trattarla! Indosso una pompa e un monitor continuo della glicemia e mi piace avere così tanto controllo.

Ad aprile mi è stato diagnosticato un carcinoma ovarico a cellule chiare Stage 1C quando una cisti di 1.2 cm è scoppiata nella mia ovaia sinistra. Dopo una completa isterectomia e messa in scena tutte le biopsie e i lavaggi sono tornati benigni, ma poiché la cisti era scoppiata, sono stati raccomandati cicli di chemioterapia 6.

Mi stavo ancora riprendendo dallo shock di tutto ciò che stava accadendo, ma sapevo che dovevo fare la chemio. La mia più grande paura era che non avrei potuto vedere crescere la mia figlia di 3, che era già stata traumatizzata dalla mamma che non era lì una mattina perché aveva mal di pancia e doveva andare in ospedale. Non riuscivo più a farla passare, specialmente i capelli ricci di mamma come i suoi che cadevano.

Mio marito ed io abbiamo provato a usare un tappo freddo manuale, ma purtroppo non siamo stati tagliati fuori per le sfide. Assicurare il ghiaccio secco la sera prima - così come i guanti in modo che possano essere maneggiati in sicurezza - ha aggiunto al processo quando eravamo già abbastanza nervosi per sperimentare la chemioterapia per la prima volta. I tappi devono essere avviati un'ora prima dell'inizio del trattamento e indossati per altre quattro ore dopo il trattamento. Mio marito toglieva il tappo ogni 20 minuti, anche tirandosi su dal lato della strada per continuare il processo per nove ore. Eravamo completamente esausti, e purtroppo dubitavo di poter continuare per 17 ulteriori trattamenti.

Poi, ho trovato DigniCap - e un centro vicino che lo offriva. Le mie infermiere che mi hanno messo il cappello sono fantastiche! Sono sul ciclo 4 di 6 nel mio regime di chemioterapia e mi sono tenuto tutti i capelli!

La chemio influenza tutti in modo diverso. Il mio miglior consiglio è di provare a vivere la tua vita come hai fatto prima della diagnosi. Mantieni i tuoi obiettivi e i tuoi sogni. Molto probabilmente dovrai apportare alcune modifiche per soddisfare la tua nuova normalità ma continuare a raggiungere. Ho imparato a riposare quando necessario, a bere molti liquidi che mi fanno bene e a mangiare un sacco di proteine ​​e verdure! Infine, trova un sistema di supporto che funzioni per te, uno che ti faccia stare bene e fornisca informazioni utili! Ho aderito ad alcuni fantastici gruppi di supporto online! Le ragazze di questi gruppi ci sono state e l'hanno fatto - sono le esperte! Faccio loro domande e scelgo le risposte che funzionano per me. Ci sono molti integratori e tecniche raccomandati che puoi provare ad aiutare con gli effetti collaterali della chemioterapia, e sono il più grande gruppo di cheerleader che incontrerai mai che stanno vivendo o hanno vissuto esperienze simili a te.

Mantenere i capelli mi ha permesso di scegliere con chi desidero condividere il mio percorso per il cancro. Sto benissimo con la mia chemioterapia e ho effetti collaterali minimi, ma se voglio o sento di dover condividere le mie condizioni, posso scegliere la situazione.

Sono così grato a DigniCap per avermi aiutato a mantenere il controllo di qualcosa che è importante per me e per mia figlia!

-Sharon Yapoujian, Carolina del Sud