È strano pensare di essere stata una delle prime donne in grado di salvare i capelli durante la chemioterapia come paziente UCSF che ha partecipato allo studio di fattibilità DigniCap in 2010. La cosa strana è che ci è voluto così tanto tempo per renderlo disponibile.

Alcune persone sembrano pensare che la perdita di capelli del trattamento del cancro è banale, che è solo qualcosa da superare, che non è importante. Ma più penso ai malati di cancro che conosco qui negli Stati Uniti ea quei milioni di persone che non conosco qui e all'estero, più penso che non siamo così diversi.

Non sono i capelli a essere importanti; è che perdere i capelli mette il marchio della morte su di te. Ti marca con questo grande segno che dice, in tutte le parti, "PAZIENTE DEL CANCRO". Se finisci o meno per morire di cancro, perdere i capelli ti fa paura alle altre persone. Crea una barriera. Fa guardare la gente. Fa dire alla gente cose sciocche.

In questi giorni, nel mondo sviluppato, non vediamo molti ovviamente malati camminare per strada. Le malattie cardiache e il diabete sono due dei più grandi assassini, ma non puoi dire se qualcuno ha quelle malattie quando le guardi. Il segno più evidente di malattia in un mondo che ha sradicato flagelli come il vaiolo e la polio è la calvizie innaturale provocata dalla chemioterapia.

Il desiderio di tenere i capelli durante la chemio non riguarda la vanità. Si tratta di non voler creare ancora un'altra barriera tra te e il resto dell'umanità. Il desiderio di appartenere è così forte che molte donne prenderanno decisioni mediche basate sul desiderio di mantenere i capelli. Il mio oncologo, il dottor Hope Rugo, dice che ha spesso pazienti che resistono alla chemio a causa della caduta dei capelli. Non lo so per certo, ma direi che alcuni potrebbero morire a causa del non fare chemio.

DigniCap potrebbe non essere in grado di aiutare quelle donne, ma spero che il cold cap continui a diventare lo standard per la cura del cancro. Le persone non dovrebbero morire perché hanno paura di essere calvi.

- Heather Millar, California