Mi è stato diagnosticato un cancro al seno a settembre 2013. Sono stato entusiasta di avere l'opportunità di partecipare a una sperimentazione clinica presso l'Università della California-San Francisco per DigniCap, un trattamento sperimentale che raffredda la testa durante la chemioterapia per ridurre la perdita di capelli. L'idea alla base del "cold cap" è relativamente semplice e non è stato scomodo. Ho assomigliato ad Amelia Earhart in un giorno di spa! Non ho avuto effetti collaterali e ho conservato la maggior parte dei miei capelli. Non ho mai avuto bisogno di una parrucca durante il trattamento e sono persino andato alla TV nazionale 3 settimane dopo il mio ultimo giro di chemio.

È stata un'esperienza potente per apparire in buona salute durante la chemioterapia e essere trattata come una persona sana dagli altri. Coloro che sapevano che stavo subendo la chemioterapia erano perplessi di quanto mi apparisse vibrante e questo influenzava il modo in cui mi trattavano. Questo, a sua volta, ha influenzato il modo in cui mi identificavo come qualcuno che stava guarendo al posto di qualcuno che era malato. Avere i capelli ha anche permesso ai miei figli (quindi 9 e 6) di vedermi solo come la loro mamma, non una donna malata.

Il DigniCap è disponibile in Svezia a partire dalla metà degli 1990 e viene utilizzato in tutto il mondo, ad eccezione degli Stati Uniti, dove non è ancora stato approvato. Credo fermamente in un accesso equo alle cure mediche e l'approvazione della FDA di DigniCap è importante perché in tal caso può essere più ampiamente disponibile per pazienti come me.

- Deborah Cohan, MD, California